Daire – Tamburo 12″ – AP Percussions

180,00

Categoria: SKU: AP84-2021 Tag:

Descrizione

Daire – Tamburo 12″ – AP Percussions

Daire, termine che significa cerchio, daire o dayereh è il nome usato in buona parte del medio oriente e dell’Asia Centrale per indicare dei tamburi a cornice, suonati con tecnica a due mani battenti, dotati di sonagli in forma di anelli attaccati all’interno alla cornice e messi in vibrazione dal movimento del tamburo percosso. Le dimensioni variano tra i 35 e i 45 cm di diametro e i 5 e i 7 cm di profondità.
I daire AP si ispirano a questa tipologia e ne adottano il nome, proponendo una versione originale nel suono e nell’aspetto.

 

AP PERCUSSIONS
AP Percussions è un progetto di ideazione e costruzione di tamburi di Paolo Pacciolla, Andrea Stefanizzi e Claudio Amato. La collaborazione con Rocco Luca è nata insieme al progetto e ne ha accompagnato lo sviluppo sul piano dei materiali.
I tamburi AP sono il risultato di lunghe e accurate ricerche nella scelta dei materiali e delle forme per ottenere un suono brillante e ricco di armonici e contemporaneamente asciutto e chiaro.
Costruiti con grande rigore artigianale e gusto estetico, i tamburi AP sono strumenti altamente professionali.
I tamburi AP adottano esclusivamente pelli animali, con qualità e caratteristiche specifiche, selezionate per rispondere alle scelte sonore del marchio.
Le pelli non sono incollate o inchiodate, bensì cucite al corpo del tamburo per il quale è utilizzato legno di faggio e in alcuni casi rivestimento.
I tamburi a cornice AP sono accordabili e adottano un sistema a camera d’aria. Portato ad alto perfezionamento, questo sistema consente non solo di risolvere i problemi di tensione delle pelli dovuti all’umidità, ma di intonare perfettamente i tamburi in modo che il percussionista possa armonizzarsi al meglio con gli altri musicisti. L’ambito dell’accordatura supera un’ottava!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Daire – Tamburo 12″ – AP Percussions”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post